CONTATTACI SUBITO:
02 467121 (Milano) | 06 852371 (Roma)
info@18.195.138.33

Banche e negozi introducono nuove misure antifrode

Recentemente ti è stato chiesto dalla tua banca di inserire un codice di accesso unico per completare una transazione online?

Sembra stia diventato uso comune, poiché i prestatori e le società di carte di credito stanno iniziando gradualmente a implementare nuove misure per ridurre le frodi con le carte note come Strong Customer Authentication (SCA).

Numerose banche e fornitori di carte di credito – così come Apple e il fornitore di soluzioni di pagamento Stripe – hanno anche pubblicato delle sezioni di consulenza per aiutare i clienti.

Che cos’è l’autenticazione del cliente (Strong Customer Authentication)?

L’SCA proviene da una direttiva UE progettata per ridurre le frodi con carte di pagamento in tutto il continente. Le banche e i rivenditori si aspettavano di introdurre le misure dal 14 Settembre, quando la legge cambierà ufficialmente, ma molti non erano ancora pronti ad attuare tali modifiche. L’entrata in vigore è dunque rimandata a Marzo 2021. È dunque chiaro che i fornitori introdurranno tali misure in modo scaglionato nei prossimi 18 mesi.

Si stima che nel 2018 siano state perse 671 milioni di sterline a causa di frodi sulle carte di pagamento del Regno Unito, un aumento del 19% rispetto all’anno precedente.

Come funzionerà?

Con l’SCA, se un acquirente online spende più di circa £ 28 in una transazione, i fornitori di servizi di pagamento saranno tenuti a richiedere una forma aggiuntiva di verifica. Di solito questa viene inviata dalla tua banca tramite una sola password via SMS ad un telefono cellulare collegato al conto. Forme alternative di verifica potrebbero includere un’identificazione personale su uno smartphone o un riconoscimento vocale.

Gli acquirenti vedranno cambiamenti di questo genere anche nei negozi: ad esempio, potresti trovarti a dover inserire il tuo numero PIN quando effettui un pagamento contactless o usi un portafoglio mobile.

Perché è stata ritardata l’entrata in vigore?

I rivenditori e le banche hanno fatto pressioni sul governo poichè la data di inizio al 14 Settembre era irrealistica. Secondo il British Retail Consortium, il fatto che i fornitori non sarebbero stati pronti avrebbe creato “un’interruzione significativa dei pagamenti online”.
Di conseguenza, è stato stimato che il numero di transazioni e-commerce effettuate nel Regno Unito si sarebbe ridotto del 25-30%.

Detto questo, è sempre più probabile che i fornitori ti contattino per ricordarti delle modifiche SCA nei prossimi 18 mesi. Tieniti pronto.

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email