CONTATTACI SUBITO:

02 467121 (Milano) | executiv@executivenetwork.it
06 852371 (Roma) | execrom@executivenetwork.it

Cosa è il funnel marketing

Quante volte ti sarà capitato di voler incrementare le vendite online ma non hai gli strumenti adatti per farlo? O magari hai avuto una brillante idea ma non riesci a renderla nota al pubblico?

Forse hai già sentito parlare di Funnel Marketing, siamo qui per introdurti questo processo di vendita online che ti tornerà molto utile. Executive Service ti aiuterà a comprendere gli step base di questa strategia, aprendoti la finestra sul mondo della comunicazione online tramite questo post.

La traduzione di funnel è imbuto, perché? Si tratta di un processo di vendita che tende a diventare sempre più impegnativo e raffinato con l’avanzare dei vari step che lo compongono. L’obiettivo è quello di proporre ad un preciso target di utenti, nel giusto momento e con il giusto canale, un contenuto di loro interesse. Trasformerà una persona sconosciuta in un cliente fedele, pronto ad acquistare il tuo prodotto/servizio, ma soprattutto diventerà ambassador del tuo brand.

Con questo concetto intendiamo che il cliente sarà entusiasta e felice di aver scelto il tuo prodotto e un cliente soddisfatto è l’obiettivo principale di ogni attività, perché non solo acquisterà ma farà anche pubblicità per il tuo brand, perché dopo il pagamento continuerà  ad usufruire dei vantaggi della tua attività (questa tematica la affronteremo successivamente in maniera più dettagliata). Fidelizza i clienti e troverai la chiave per aprire la porta del successo!

Il funnel si incrocia con la metodologia inbound marketing, in parole povere questo processo ti farà trovare dai potenziali clienti nel momento in cui avranno bisogno di te. L’inbound marketing è caratterizzato da quattro fasi:

  • attract: nel processo di attrazione vengono creati i contenuti pensati specificatamente per i bisogni e interessi del target di mercato che hai individuato
  • convert: nella seconda fase l’utente è diventato un visitatore del tuo sito o qualsiasi piattaforma web del tuo brand
  • close: il lead (cliente potenziale) viene trasformato in cliente acquisito
  • delight: questo è l’ultimo passaggio dell’inbound marketing e ci si riferisce a questo anche come “customer delight”, il cliente viene “deliziato” con offerte aggiuntive

Quindi si chiama Funnel perché è come fosse un imbuto che attira la clientela potenziale fino a renderla clientela fidelizzata. Si attirano le persone, si conquistano i lead, si alimentano e si portano verso la vendita, per poi deliziarli.

Il Funnel è una chiave di vendita di prodotti essenziale per chi ha la possibilità di vendere i propri servizi online. Ovviamente il Funnel cambierà in base alla struttura dell’attività, in base al prodotto/servizio che si vuole vendere e altre variabili. Qui ti esporremo il concetto base di Funnel.

Innanzitutto ti consigliamo di procurarti un programma di email marketing automatizzato. Dopodiché segui questi step e vedrai che avvierai un Funnel degno di nota!

Notorietà del brand

Devi fare in modo che il tuo brand acquisti notorietà nel settore e conquisti anche la fiducia del pubblico. Come puoi immaginare sarà molto difficile generare lead se non si è credibili sul mercato. In questa fase avrai diversi strumenti per rendere il tuo brand noto al pubblico come social network, video marketing e blog. Ovviamente lo strumento adatto dipende dal contesto.

Uno degli strumenti che ti consigliamo è Google Analytics, il servizio Google che ti permetterà di avere tutte le informazioni necessarie sul traffico ricevuto sul proprio sito web. Ricaverai dettagli precisi sul numero di visite, di conversioni, le sorgenti di traffico e molto altro.

Un altro strumento tramite il quale potrai verificare il traffico web è Insights di Facebook. Se gestisci un’attività online avrai anche una pagina Facebook di riferimento. Tramite i dati visionati su Insights potrai avere tutte le informazioni sulla notorietà del tuo brand. Potrai comparare i risultati con quelli di Analytics per definire una strategia SEO (Searh Engine Optimization)che possa far crescere ulteriormente la tua brand awarness.

Trova i lead

Ora si entra nel vivo del Funnel.

Devi cominciare a creare un target di clientela adatto alla vendita del tuo prodotto/servizio. Per questa fase avrai bisogno di un lead magnet, intendiamo quei benefici gratuiti che puoi regalare a un potenziale cliente in modo tale che lasci il suo contatto su un apposito form. Così facendo potrai creare un database e ti farai una chiara idea della tua potenziale clientela. Il database lo utilizzerai per fare una sequenza email, raggiungendo la clientela con una comunicazione mirata e specifica.

Quali sono però gli strumenti necessari? Noi ti consigliamo una Landing page (pagina di atterraggio). Non sai cosa sia? Te lo spieghiamo in poche righe. Facciamo un esempio pratico: prima abbiamo detto che per dare visibilità al tuo brand uno dei modi migliori è utilizzare i social, potresti fare un post su Facebook in cui introduci il tuo prodotto e alla fine del post inserisci un bottone, magari con su scritto “richiedi informazioni”. Una volta che il cliente farà click sul bottone atterrerà sulla landing page, nella quale inserirai il form per ricavare i dati dei clienti potenziali e il gioco sarà fatto.

Lead nurturing

Questa fase è decisiva! Ovviamente acquisire solamente i contatti non basta, ora dovrai fare in modo che si arrivi alla conversione. Lo studio della strategia giusta è fondamentale. Potresti dover lavorare su una vendita diretta o magari su un percorso più articolato. Acquisiti i lead dovrai trasformarli in clienti fedeli, attraverso l’invio di contenuti sempre più specifici, proponendo un percorso che porterà il potenziale cliente a diventare un soggetto interessato al tuo prodotto/servizio. Puoi procedere attraverso una specifica suddivisione del content marketing:

1) soluzioni generiche

2) informazioni più specifiche

3) contenuti mirati

Lo scopo del Funnel Marketing è quello di rendere una persona che non ha la minima idea dell’utilità del prodotto/servizio che offri in una persona che necessita del tuo brand, ma soprattutto attraverso il Funnel il potenziale cliente deve acquisire una competenza, una conoscenza specifica del prodotto/servizio che lo porterà a una presa di coscienza.

Fidelizzazione e nuove vendite

Hai acquisito nuovi contatti, li hai portati ad acquistare il tuo prodotto/servizio, ma non è finita qui. Proprio in questa fase il Funnel è innovativo, perché ti darà modo di portare avanti il rapporto con i tuoi nuovi clienti, addirittura rafforzandolo. Potrai aggiungere servizi extra come benefit o sconti speciali. Insomma potrai lavorare sul cross selling e sull’up selling. Ti introduciamo brevemente questi due concetti di marketing che saranno utili per la tua attività, soprattutto se hai scelto un percorso di vendita come questo.

Il cross selling è una strategia di vendita di un prodotto/servizio complementare a quello richiesto dal cliente, dopo aver consolidato e confermato la vendita del primo. L’up selling è una tecnica di vendita attraverso la quale si incentiva il cliente all’acquisto di una quantità di prodotto maggiore rispetto a quanto inizialmente richiesto, un esempio pratico è lo sconto sull’acquisto del secondo paio di occhiali (se ne acquisti uno al secondo sarà applicato il 50% di sconto).

Dal punto di vista dell’acquirente quindi le fasi saranno 4:

  • Awarness: si tratta della consapevolezza che esiste una soluzione al suo problema e che ci sono sul mercato determinati fornitori in grado di risolverlo
  • Interest: il cliente, una volta acquisita la consapevolezza dell’esistenza di una soluzione, comincia ad interessarsi. Si informa online e approfondisce il suo interesse per capire quali siano i vantaggi, i prezzi e se sia veramente la soluzione migliore per il suo caso
  • Consideration: in questa fase il cliente comincia a prendere in considerazione l’acquisto del prodotto/servizio. Quindi non si sta informando sulle soluzioni per lui adatte, ma sta considerando da quale fornitore concludere l’acquisto
  • Purchase: il cliente ha deciso quale sarà il fornitore e procederà all’acquisto

Impara a domare la forza dirompente del mercato e del business, non ti arrendere di fronte agli ostacoli che si porranno tra te e il successo aziendale.

Questa è una pillola di Business di Executive Service, fidati degli esperti di Business!

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email