CONTATTACI SUBITO:

02 467121 (Milano) | executiv@executivenetwork.it
06 852371 (Roma) | execrom@executivenetwork.it

Cosa includere in un accordo di partnership

Una partnership è un’azienda formata da due o più persone come proprietari. Ogni individuo contribuisce alle attività e ha una quota degli utili e delle perdite di tale attività. Alcuni partner partecipano attivamente, mentre altri sono passivi.

Accordi di partenariato definiti
Quando si forma una partnership, il documento più importante è un accordo di partnership. Gli accordi di partenariato sono documenti legali soggetti alle leggi statali e ogni stato ha requisiti e clausole diverse in questi accordi.

L’accordo di partenariato stabilisce tutti i termini e le condizioni concordati dai partner. In questo documento è inclusa ogni possibile eventualità. Di seguito è riportato un elenco di punti da trattare durante la preparazione del contratto. Un accordo di partenariato disciplina:

  • Relazioni tra i partner e tra i partner e la partnership
  • L’attività della partnership e il modo in cui tale attività viene condotta
  • Come viene modificato l’accordo

Sezioni generali di un accordo di partenariato

Queste sezioni possono essere incluse in tutti i tipi di accordi di partenariato. Alcune sezioni sono specifiche per il tipo di partnership.

Introduzione

  • Nome della partnership.
  • Ufficio principale: l’ufficio principale è il luogo in cui vengono consegnati i documenti. Può essere l’ufficio dell’amministratore delegato o l’ufficio di un agente registrato.
  • Durata (durata) della società: una società può essere perpetua o per una durata specifica.
  • Scopo del partenariato: descrivere le attività del partenariato, compresi i prodotti o servizi che sta vendendo.
  • Tipi di partner nel partenariato: il partenariato può avere soci generali e soci accomandanti, a seconda che gestiscano attivamente il partenariato.
  • Legge applicabile: la legge che disciplina un accordo di partenariato stabilisce la giurisdizione per le controversie relative all’accordo. La legge applicabile è di solito la legge statale. È importante rendere la definizione della legge applicabile più ampia possibile per coprire tutte le possibili cause legali.

Partnership a volontà

Questo termine significa che i partner non accettano di rimanere partner fino alla scadenza di un termine definito o al completamento di una determinata impresa. Lo stato di partnership “a volontà” è l’impostazione predefinita, il che significa che un partner può lasciare la partnership in qualsiasi momento se non esiste una clausola specifica per impedire questa azione.

Natura del partenariato, compresa la formazione e la proprietà del partenariato

  • Contributi di ciascun partner: in contanti, proprietà (compresa la proprietà intellettuale) e servizio. Il contributo totale di ciascun partner alla partnership in qualsiasi momento è chiamato “partecipazione azionaria”.
  • Come sono ammessi i nuovi partner: come e quando i partner devono dare un contributo alla partnership.
  • Distribuzione degli utili / allocazione delle perdite a ciascun partner: come gli utili e le perdite sono assegnati alle azioni dei partner.
  • Diritti per i partner: come e quando i partner possono prelevare dalla loro quota di partnership.

Rapporti tra partner e persone che si occupano della partnership

  • Partner come agente (rappresentante legale) della società.
  • Responsabilità dei partner e impatto delle loro azioni sulla loro responsabilità.

Rapporti dei partner tra loro e con il partenariato

  • Diritti e doveri del partner, per ogni tipo di partner.
  • Standard di condotta, compresa la politica sul conflitto di interessi.
  • Poteri e doveri di gestione, in cui uno o più partner potrebbero assumere funzioni di gestione come partner di gestione o prevedere l’assunzione di un dirigente.
  • Il modo in cui vengono prese le decisioni deve essere votato e una percentuale specifica dei partner deve concordare qualsiasi azione.
  • Tempo libero per i partner, comprese le assenze, le vacanze, i congedi per malattia.
  • L’interesse trasferibile è quando e come un partner può trasferire la propria quota di partnership a qualcun altro.

Quali eventi causano la dissociazione?

  • Dissociazione: quando un partner lascia la partnership.
  • Continuazione della partnership: dissociazione come partner sia quando l’attività continua, sia quando non lo fa.
  • Continuità della partnership: quando un partner lascia, muore, termina (può far parte del contratto di compravendita).

Altre clausole che potresti vedere in un accordo di partenariato.

  • Clausola di non concorrenza: questa clausola impedisce a un partner di abbandonare la società e di competere con l’attività della società all’interno di un’area e un periodo di tempo definiti.
  • Clausola di non divulgazione, clausola di non sollecitazione: queste clausole impediscono a partner ed ex partner di divulgare attività di proprietà o di sollecitare dipendenti o clienti lontano dalla società.
  • Mediazione e arbitrato delle controversie, compreso l’arbitrato obbligatorio, se concordato.

Ogni partnership dovrebbe avere un accordo per assicurarsi che ogni possibile situazione che possa influenzare i partner e l’azienda sia coperta. È inoltre opportuno rivedere periodicamente l’accordo di partenariato per assicurarsi che i desideri dei partner non siano cambiati.

Utilizzo di un avvocato per preparare l’accordo di partenariato
Le informazioni contenute in questo articolo devono essere una panoramica generale e non un elenco completo di sezioni da includere. Questa informazione non è intesa come consulenza fiscale o legale. Avrai dunque bisogno di un avvocato che ti aiuti a preparare questo documento.

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email